Presentazione del rapporto nazionale sullo stato delle foreste e del settore forestale RaF Italia 2017-2018 (30/05/2019)

Presentazione pubblica: Rapporto nazionale sullo stato delle foreste e del settore forestale – RaF Italia 2017-2018. Giovedì 30 Maggio 2019 dalle ore 9:30 presso l’Aula convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, CNR P.le Aldo Moro, 7 – Roma. Continua a leggere Presentazione del rapporto nazionale sullo stato delle foreste e del settore forestale RaF Italia 2017-2018 (30/05/2019)

Progetto B4EST – Sondaggio sul miglioramento genetico adattativo del materiale forestale di moltiplicazione (FRM)

B4EST è un progetto europeo finalizzato al miglioramento genetico adattativo degli alberi per la gestione di foreste produttive, sostenibili e resilienti. Lo scopo finale del progetto è quello di fornire gli strumenti necessari per produrre materiale forestale resistente nei confronti degli effetti diretti e indiretti dei cambiamenti climatici. Continua a leggere “Progetto B4EST – Sondaggio sul miglioramento genetico adattativo del materiale forestale di moltiplicazione (FRM)”

Presentazione volume: “Specie erbacee spontanee mediterranee per la riqualificazione di ambienti antropici: rendere sostenibile il verde urbano e aumentare la biodiversità”

Segnalato da: Beti Piotto

Venerdì 31 maggio 2013 verrà presentato il volume:
“Specie erbacee spontanee mediterranee per la riqualificazione di ambienti antropici: rendere sostenibile il verde urbano e aumentare la biodiversità” – Stato dell’arte, criticità e possibilità di impiego.

Il volume è prodotto della collaborazione tra CNR, ISPRA, Università di Catania e Università di Pisa.

Negli ambienti urbani e peri-urbani di aree mediterranee solo le piante che vi vegetano spontaneamente possono contribuire concretamente al contenimento dei prelievi idrici e alla riduzione del costo delle cure colturali. Continua a leggere “Presentazione volume: “Specie erbacee spontanee mediterranee per la riqualificazione di ambienti antropici: rendere sostenibile il verde urbano e aumentare la biodiversità””