I Dottori Agronomi e Dottori Forestali tra le figure professionali di Alta Specializzazione ed Elevata Professionalità

Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali
Autorità di Vigilanza – Ministero della Giustizia
Via Po, 22 – 00198 Roma – Tel 06.8540174 – Fax 06.8555961 – http://www.conaf.it

Oggetto: Art. 47 L. n. 58-2019


Venerdì 21 giugno l’Aula della Camera dei Deputati, dopo aver votato la questione di fiducia ha approvato invia definitiva il cosiddetto “Decreto Crescita”; la Legge n. 58 del 28/06/2019 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi” ha trovato pubblicazione sulla G.U. Suppl. Ord. 29/06/2019, n. 26. (link alla legge).

Tra le varie norme quella di diretto interesse e all’Art. 47 – Alte professionalità esclusivamente tecniche per opere pubbliche, gare e contratti e disposizioni per la tutela dei crediti delle imprese sub-affidatarie, sub-appaltatrici e sub-fornitrici – dove ha trovato piena affermazione la figura del “…Dottore Agronomo e Dottore Forestale tra le figure professionali ad alta specializzazione ed elevata professionalità da assumere da parte dei Provveditorati interregionali alle opere pubbliche, nell’ambito del Ministero delle infrastrutture e trasporti.”

Pare necessario rimarcare l’importanza di tale “integrazione” in una tematica che pur titolati di competenze professionali spesso e volentieri ci vede marginali o del tutto assenti nell’ambito di alcune Amm.ni Pubbliche.

Dobbiamo traguardare un futuro che peraltro necessità di professionisti con sensibilità “progettuali” non più orientate esclusivamente alla “costruzione” del territorio ma allo “sviluppo sostenibile” dello stesso; è qui che dobbiamo comprendere prima di tutto noi stessi, delle potenzialità che si possono sviluppare.

Per tutto ciò si invitano i colleghi Presidenti di Ordine e di Federazione a dare ampia diffusione di quanto ottenuto e di coordinarsi per poter proseguire a livello territoriale le necessarie attività di promozione e contatto con le Amministrazioni Pubbliche ed in particolar modo in questo specifico caso con i Provveditorati Interregionali alle Opere Pubbliche che qui sinteticamente si riepilogano (fonte MIT):

  • Provveditorato OO.PP. Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria – sede Torino, Genova;
  • Provveditorato OO.PP. Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia – sede Venezia, Trento, Bolzano, Trieste;
  • Provveditorato OO.PP. Lombardia e Emilia Romagna – sede Milano, Bologna;
  • Provveditorato OO.PP. Toscana-Marche-Umbria – sede Firenze, Ancona, Perugia;
  • Provveditorato OO.PP. Lazio, Abruzzo e la Sardegna – sede Roma, L’Aquila, Cagliari;
  • Provveditorato OO.PP. Campania, il Molise, la Puglia e la Basilicata – sede Napoli, Bari, Potenza, Campobasso;
  • Provveditorato OO.PP. Sicilia e la Calabria – sede Palermo, Catanzaro, Reggio Calabria;
    (vedi link http://mit.gov.it/provveditorati-opere-pubbliche)

Si riporta il testo parziale dell’art.lo 47
D.L. 30/04/2019, N. 34 Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi.
G.U. 30/04/2019, n. 100
Art. 47. – Alte professionalità esclusivamente tecniche per opere pubbliche, gare e contratti e disposizioni per la tutela
dei crediti delle imprese sub-affidatarie, sub-appaltatrici e sub-fornitrici

  1. Al fine di consentire il più celere ed efficace svolgimento dei compiti dei Provveditorati interregionali alle opere pubbliche del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, è autorizzata l’assunzione a tempo indeterminato, a partire dal 1° dicembre 2019, di cento unità di personale di alta specializzazione ed elevata professionalità, da individuare tra ingegneri, architetti, dottori agronomi, dottori forestali e geologi e, nella misura del 20 per cento, di personale amministrativo, da inquadrare nel livello iniziale dell’Area III del comparto delle funzioni centrali, con contestuale incremento della dotazione organica del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione, da adottarsi entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, sono definiti gli specifici requisiti di cui il personale deve essere in possesso. Ai fini dell’espletamento delle procedure concorsuali per l’individuazione del personale di cui al presente comma, effettuate in deroga alle procedure di mobilità di cui all’articolo 30 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, si procede nelle forme del concorso unico di cui all’articolo 4, comma 3-quinquies, del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125 e all’articolo 35 del citato decreto legislativo n. 165 del 2001, mediante richiesta alla Presidenza del Consiglio dei ministri, …. Omissis…..

Il Consigliere Stefano Villarini sarà a disposizione per i chiarimenti del caso.

F.to Il Consigliere Delegato
Stefano Villarini, Dottore Agronomo

F.to Il Presidente
Sabrina Diamanti, Dottore Forestale

(Segnalato da: Marco Marchetti)