Borsa di studio dell’Accademia dei Georgofili – “Valorizzazione del patrimonio forestale della regione Toscana”

Scadenza Bando: lunedì 25 giugno 2018
Scarica Bando Borsa di studio (PDF – 83 KB)

Art. 1 – L’Accademia dei Georgofili (di seguito indicata con ACCADEMIA), nell’ambito del progetto “VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO AGRICOLO FORESTALE DELLA REGIONE TOSCANA” (di seguito indicato con progetto PAFR) promosso e finanziato dalla Cassa Forestale Toscana, bandisce una Borsa di studio dell’importo lordo di € 10.200,00 (diecimiladuecento), della durata di mesi 6 (sei), a partire dalla data di assegnazione dell’incarico (vedi art. 10). Responsabile del progetto è il prof. Raffaello Giannini, Accademico Emerito dei Georgofili; Referente scientifico per la Borsa di studio è il prof. Enrico Marone, dell’Università di Firenze.

Art. 2 – La Borsa di studio ha l’obiettivo di: a) sviluppare un’analisi relativa alle potenzialità produttive e ambientali del PAFR (Patrimonio agricolo-forestale della Regione Toscana); b) studiare le possibili integrazioni delle risorse umane proprie di ciascun Ente delegato presente sul territorio regionale per l’ottimizzazione della gestione dei complessi demaniali e lo sviluppo delle diverse potenzialità che ognuno di essi possiede; c) formulare ipotesi circa la valorizzazione del patrimonio agricolo-forestale della Regione Toscana e sviluppo di modelli innovativi per la sua gestione; d) stesura dell’elaborato finale.

Art. 3 – La Borsa sarà assegnata tramite concorso pubblico per titoli e colloquio, ad un giovane cittadino europeo in possesso del titolo di laurea magistrale (DM 509/1999 e DM 270/2004) nelle seguenti classi di laurea: LM 69, LM 70, LM 48.
La Borsa è riservata a soggetti con età non superiore a 30 anni alla data di scadenza del bando. Saranno valutate eventuali esperienze pregresse sulla tematica prevista dal bando. Si richiede una preparazione specifica in discipline economico-agroforestali, economico territoriali, di pianificazione territoriale e sono necessarie adeguate capacità nell’uso di strumenti informatici.

Art. 4 – Per la selezione la Commissione, di cui all’articolo 5, valuterà il curriculum di studi e professionale, i titoli e il colloquio. Il punteggio complessivo a disposizione della Commissione è pari a 100 punti, di cui 50 per i titoli e 50 per il colloquio. Per essere ammessi al colloquio è necessario ottenere un punteggio superiore a 30. L’idoneità si ottiene con un punteggio minimo pari a 60. Il colloquio verterà sulle competenze tecnico-scientifiche del candidato, con particolare riferimento alla tematica oggetto del presente bando.
L’esito della valutazione sarà comunicato all’indirizzo e-mail del candidato che dovrà essere riportato nella domanda.

Art. 5 – La Commissione con motivata relazione, formulerà e trasmetterà al Presidente dell’ACCADEMIA, una graduatoria degli idonei in ordine di merito.
La Commissione sarà nominata dal Presidente F.F. dell’ACCADEMIA.

Art. 6 – La Borsa sarà conferita dall’ACCADEMIA secondo la graduatoria di merito formulata dalla Commissione, con l’indicazione della decorrenza prevista di cui all’art. 10.

Art. 7 – L’importo della Borsa di studio verrà corrisposto dall’ACCADEMIA al candidato vincitore, in rate mensili di uguale importo per la durata di mesi 6 (SEI). L’importo della Borsa di studio è comprensivo di spese per eventuali sopralluoghi indicati dal Referente scientifico e concordati preventivamente con l’ACCADEMIA.
L’assegnatario della Borsa dovrà, inoltre, dare esplicita assicurazione sotto la sua responsabilità, che non usufruirà, durante tutto il periodo di godimento della Borsa, di altri analoghi assegni o sovvenzioni e che non ricopre alcun impiego alle dipendenze dello Stato, di altri Enti pubblici o di soggetti privati, compresa l’Istituzione assegnataria. L’inosservanza di queste norme potrà venire considerata come rinuncia alla Borsa di studio.

Art. 8 – I concorrenti dovranno presentare una domanda di ammissione al concorso, secondo lo schema allegato al bando (allegato A) che dovrà pervenire presso la sede dell’ACCADEMIA, Logge Uffizi Corti – 50121 Firenze, entro e non oltre lunedì 25 giugno 2018, all’indirizzo e-mail accademia@georgofili.it con indicato nell’oggetto “Domanda per Borsa di studio”. Il messaggio di posta elettronica non dovrà superare i 4 MB; eventualmente potrà essere utilizzato wetransfer per l’invio della documentazione richiesta.
Nella domanda ciascun candidato dovrà dichiarare, sotto la propria responsabilità:
1) cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza e Codice Fiscale;
2) titolo di studio, voto e sede di conseguimento;
3) titolo della tesi di laurea;
4) indirizzo e-mail, presso il quale desidera siano fatte pervenire tutte le comunicazioni relative al concorso e numero di cellulare;
5) di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti a proprio carico;
6) di essere cittadino europeo con conoscenza della lingua italiana.
Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati i seguenti documenti: a) Curriculum vitae in formato europeo; b) titolo della tesi di laurea e relativo breve abstract (massimo una pagina) c) copia della carta di identità; d) altri titoli ed attestati.
Partecipando al presente bando, il candidato prende atto ed accetta che, in caso di aggiudicazione della Borsa:

‐ l’ACCADEMIA acquisirà tutti gli eventuali diritti relativi alla proprietà e all’utilizzazione dei risultati della ricerca svolta dal medesimo;
‐ dovrà mantenere strettamente riservata e confidenziale qualsiasi informazione documento e/o dato che lo stesso ha ricevuto e/o appreso nel corso dell’esecuzione delle attività previste dalla Borsa di studio.

Art. 9 – Nel perentorio termine di 10 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione con la quale sarà data notizia formale del conferimento della Borsa, il vincitore dovrà far pervenire all’ACCADEMIA, Logge Uffizi Corti, 50121 Firenze, pena la decadenza, la dichiarazione di accettare senza riserve la Borsa medesima, alle condizioni del bando di concorso.
Si considera presentata in tempo utile la dichiarazione di accettazione spedita a mezzo “Raccomandata 1” con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine farà fede il timbro dell’Ufficio Postale di accettazione.

Art. 10 – Le attività previste dalla Borsa di studio si svolgeranno presso la Sede del Referente scientifico per la borsa di studio, che sarà comunicata al momento del conferimento, e avranno inizio il 3 settembre 2018 e si concluderanno il 3 marzo 2019.

Art. 11 – Al momento del conferimento della Borsa di studio, l’assegnatario dovrà stipulare una polizza assicurativa contro gli infortuni e per danni a terzi di durata pari a quella della Borsa di studio, avente come riferimento la sede di fruizione della Borsa e le attività ad essa correlate.

Art. 12 – In caso di rinuncia da parte del vincitore, la Borsa di studio (o frazione di essa) potrà essere messa a disposizione dei concorrenti classificatisi idonei, secondo l’ordine della graduatoria.

Art. 13 – La Borsa non dà luogo a trattamenti previdenziali. Il godimento della Borsa non da origine ad un eventuale rapporto di lavoro, essendo finalizzata alla sola formazione professionale del borsista.

IL PRESIDENTE F.F.
Pietro Piccarolo

(segnalato da: Piermaria Corona)