Workshop “Quale futuro per la rete Natura 2000 in Italia e in Europa? Riflessioni a 25 anni dalla sua istituzione” (Trento, 24-25 giugno 2016)

Workshop: “Quale futuro per la rete Natura 2000 in Italia e in Europa? Riflessioni a 25 anni dalla sua istituzione”

24 giugno Sala conferenze del Dipartimento di Economia e Management (via Inama 5, Trento)
25 giugno Comune di Telve (Oasi di Valtrigona)

Organizzazione

  • Associazione Forestale del Trentino
  • WWF Italia
  • Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA)
  • Camera di Commercio, industria e artigianato di Trento

Dopo circa 25 anni dall’istituzione della rete Natura 2000 le condizioni sociali, economiche e ambientali nei paesi membri dell’Unione Europea sono profondamente mutate. L’allargamento dell’Unione Europea verso i paesi dell’Est Europa ha permesso l’inclusione di aree dall’elevato valore naturalistico, ma al contempo ha messo in luce una serie di difficoltà nel processo decisionale, interno a ciascun paese, volto all’identificazione dei siti. La recente crisi economica che ha investito tutti i Paesi Membri dell’Unione Europea ha fatto passare le politiche ambientali in secondo piano e ha accentuato potenziali conflitti tra le aree protette e le attività economiche all’interno dei siti protetti. In questo mutato scenario, una riflessione critica su quello che è stata la rete Natura 2000 in quest’ultimo quarto di secolo e su quello che dovrà, e potrà, essere nei prossimi decenni diventa di fondamentale importanza. In tale contesto, l’incontro “Quale futuro per la rete Natura 2000 in Italia e in Europa? Riflessioni a 25 anni dalla sua istituzione” si pone il duplice obiettivo di fare il punto della situazione con tecnici ed esperti del settore coinvolgendo al contempo la cittadinanza e altri portatori di interesse per evidenziare le eventuali criticità legate all’implementazione della Direttiva sul territorio.

Programma

24 giugno 2016
Sala conferenze del Dipartimento di Economia e Management (via Inama 5, Trento)

8,45-9,00 Registrazione dei partecipanti
9,00-9,30 Saluti di benvenuto
Geremia Gios responsabile del Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli studi di Trento
Alessandro Paletto presidente dell’Associazione Forestale del Trentino (AFT)
Aaron Iemma presidente del WWF (World Wide Fund For Nature) Trentino.

1° sessione: La rete Natura 2000: opportunità o ostacolo per lo sviluppo locale?
Moderatore: Remo Tomasetti (Associazione Forestale del Trentino)

9,30 Claudio Ferrari (Servizio Sviluppo Sostenibile ed Aree Protette, Provincia Autonoma di Trento)
“Stato di attuazione delle direttiva “Habitat” e “Uccelli” in Trentino”

10,00 Lisa Causin (Sezione Parchi Biodiversità Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori, Regione Veneto)
“RN 2000: stato dell’arte in Regione del Veneto”

10,30 Giorgio Iorio (Comunità montana Valnerina)
“Vivo e lavoro in un sito Natura 2000: sono stato fortunato?”

11,00-11,30 Sospensione dei lavori

11,30 Dragan Matijašić (Slovenian Forestry Institute)
“Natura 2000 nelle foreste: l’esempio della Slovenia”

12,00 Alessandro Paletto & Anna Graziani (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria)
“Processo di partecipazione pubblica nelle rete Natura 2000: le esperienze italiane”

12,30 Elena Guella (Servizio Sviluppo Sostenibile ed Aree Protette, Provincia Autonoma di Trento)
“Piano di Sviluppo Rurale (PSR) e rete Natura 2000: quali opportunità?”

13,00-14,00
Pausa pranzo

2° sessione: La rete Natura 2000 a favore della conservazione della natura
Moderatore: Claudio Maurina (Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Trento)

14,00 Claudio Celada (LIPU)
“La rete Natura 2000 per la salvaguardia delle biodiversità”

14,30 Marco Ciolli (Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Meccanica, Università degli studi di Trento)
“Evoluzione delle zone montane e aree protette: alcuni casi di studio”

15,00 Pierpaolo Zanchetta (Servizio paesaggio e biodiversità, Regione Friuli-Venezia Giulia)
“Natura 2000 nella rete ecologica del Piano paesaggistico regionale – Integrazione della biodiversità nella pianificazione regionale”

15,30 Alessio Bertolli & Filippo Prosser (Museo Civico di Rovereto)
“La biodiversità floristica nella Rete Natura 2000 in Trentino e il suo monitoraggio”

16,00 Aaron Iemma & Helen Wiesinger (WWF Trentino)
“La Rete Natura2000 e il WWF: esempi e considerazioni”

16,30 Alessio Tamanini & Sandra Notaro (Facoltà di Economia dell’Università degli studi di Trento)
“Predisposizione dei turisti nei confronti della fauna selvatica: il caso dei siti Natura 2000 dell’Altopiano dei Sette Comuni”

25 giugno 2016
Visita Oasi di Valtrigona – Comune di Telve

ore 9.00: ritrovo a Malga Valtrighetta.
ore 10.00: arrivo alla foresteria dell’Oasi. Piccolo rinfresco, e introduzione alla storia dell’Oasi
ore 11: partenza lungo il sentiero di visita, intervallato da numerose soste
ore 12.30: arrivo a Malga Agnelezza, ove ci si fermerà per il pranzo (al sacco)
ore 14.00: arrivo al laghetto dei tritoni, ed eventuale deviazione verso Forcella Valtrigona
ore 15.00: ritorno verso Malga Valtrigona

Come raggiungere l’Oasi di Valtrigona
Da Trento, si segue la SS40 della Valsugana per circa 40km, uscendo a Borgo Valsugana o Castelnuovo. Si seguono quindi le indicazioni per Telve, e successivamente per Passo Manghen e l’Oasi WWF. Dopo circa 15 km da Telve si raggiunge Malga Valtrighetta, dove si parcheggia.

Il programma del secondo giorno prevede la visita guidata didattico-divulgativa dell’Oasi di Valtrigona, un’interessante valletta pensile situata nella destra orografica della Val Calamento, nella catena dei Lagorai. L’ingresso all’Oasi, nel comune di Telve si raggiunge a piedi percorrendo un piccolo dislivello di 200 m (circa 45 minuti) partendo da Malga Valtrighetta, nelle cui vicinanze si potranno parcheggiare i mezzi. Effettuato il percorso di avvicinamento, si giunge a Malga Valtrigona, centro visitatori attrezzato di foresteria, da cui si proseguirà la visita seguendo il sentiero che, con un dislivello di 500 m, porta al confine dell’area protetta.

Nell’Oasi, che si estende su 234 ettari ad una quota compresa tra i 1600 ed i 2200 m, sono presenti e ben individuabili almeno 8 dei 57 habitat del Trentino con tracce o situazioni di mosaico con altri habitat. Allo stesso modo risulta ricca ed interessante la presenza faunistica.

Iscrizioni

La partecipazione al workshop e all’escursione in Valtrigona è gratuita. Si prega di inviare richiesta di iscrizione tramite email entro mercoledì 22 giugno a uno dei seguenti contatti indicando se si intende partecipare ad entrambe le giornate o soltanto ad uno dei due giorni:

(Segnalato da: Alessandro Paletto)