Master I livello in “Tecniche di riqualificazione paesaggistica”

Il Master è organizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università degli Studi di Torino e dal Dipartimento di Scienze, Progetto e Politiche del territorio del Politecnico di Torino e consente l’acquisizione di un Titolo Congiunto da parte dei due Atenei.

Il Master è finalizzato alla formazione di una specifica figura professionale in grado di seguire con competenza tutti i momenti dell’articolato processo che porta alla riqualificazione dei paesaggi agricoli e industriali. L’obiettivo è preparare specialisti nell’analisi e mappatura dei paesaggi naturali e culturali, nell’individuazione dei rischi al quale è soggetto l’ambiente, nella riqualificazione dei paesaggi degradati in modo da operare secondo “obiettivi di qualità paesistica” (Convenzione Europea del Paesaggio, Firenze 2000). A questo scopo, gli insegnamenti impartiti orienteranno gli studenti verso una visione multidisciplinare del tema del progetto di riqualificazione, nella quale si integrano conoscenze e competenze alle diverse scale del paesaggio, nei settori dell’architettura, dell’architettura del paesaggio, dell’ingegneria e delle scienze naturali e agronomiche.

Il Master è comprensivo di lezioni frontali, esercitazioni in campo, visite a luoghi rappresentativi di specifiche realtà territoriali, con particolare riferimento ai territori di “Langhe-Roero e Monferrato” di recente dichiarati dall’UNESCO “Patrimonio dell’Umanità”, laboratori di progettazione durante i quali si realizzeranno momenti di didattica interattiva e forme di studio guidato. Il Master si svolge presso le sedi del Lingotto del Politecnico di Torino e di Asti Studi Superiori ad Asti, in periodi didattici distinti. Le attività si svolgono nell’arco di 12 mesi sulla base di cicli mensili di 6-8 giorni. Il piano di studi prevede un tirocinio obbligatorio presso prestigiose strutture.

Il Master si avvale della collaborazione sia di autorevoli docenti universitari, sia di noti professionisti italiani e stranieri. Il corso comprende un numero di 70 CFU distribuiti nell’arco di dodici mesi. La frequenza da parte degli iscritti alle varie attività di pertinenza del corso è obbligatoria ed è fissata nella misura minima del 70%.
Quota d’iscrizione: 3.348,00 euro a cui aggiungere il contributo per l’Amministrazione centrale dell’Università degli Studi di Torino pari a 552,00 euro per un totale complessivo di 3.900,00 euro. (per eventuali borse di studio contattare la Segreteria organizzatrice).

Il termine ultimo per potersi iscrivere al test di ammissione è il 15 febbraio 2016 ed il test si terrà a Torino il 19 febbraio. Sono presenti 7 borse di studio INPS (a copertura totale delle spese) e delle borse di studio elargite dalla Diocesi di Asti, a copertura parziale.

Titoli per l’ammissione: Lauree del vecchio ordinamento: Scienze e Tecnologie agrarie, Scienze forestali e ambientali, Architettura, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Ingegneria civile, Ingegneria edile, Scienze naturali. Lauree di I livello: 4, 7, 8, 20, 27, 41,L-7, L-17, L-21, L-23, L-25, L-32, L-43. Lauree di II livello: 3/S, 4/S, 21/S, 28/S, 38/S, 54/S, 68/S, 74/S, 77/S e LM-3, LM-4, LM-69, LM-73, LM-35, LM-23, LM-24, LM-60. LM-48 LM-80.

Il Comitato Scientifico valuterà gli eventuali altri titoli che riterrà idonei per l’iscrizione al Master. L’esperienza maturata nel settore sarà elemento importante nella valutazione del titolo.
Numero partecipanti: massimo 40 studenti. È prevista la figura dell’uditore. La selezione sarà effettuata sulla base di un test a risposte multiple, del voto di laurea e del curriculum vitae. Preiscrizione al test aperta fino al 15 febbraio 2016. Il test si svolgerà il 19 febbraio 2016.
Inizio lezioni: marzo/aprile 2016
Direttore del Master: PROF. GIULIO MONDINI

Website del Master

segnalato da Luca Battisti