Convegno: IL FUOCO PRESCRITTO PER LA PREVENZIONE DEGLI INCENDI BOSCHIVI

segnalato da Giovanni Bovio

Regione Piemonte, Corpo Forestale dello Stato, Università di Torino e Corpo Volontari AIB Piemonte organizzano il Convegno//Dimostrazione

IL FUOCO PRESCRITTO PER LA PREVENZIONE DEGLI INCENDI BOSCHIVI, Ceva (CN) 10 –11 ottobre 2013

PROGRAMMA:

Giovedì 10 ottobre

Ore 9.00 – 13.00

Saluti autorità, Relazioni:

  • Regione Piemonte – Protezione civile e sistema antincendi boschivi -Prevenzione incendi e fuoco prescritto – Cristina Ricaldone
  • Università di Torino – La Tecnica del Fuoco Prescritto: manuale per l’applicazione – Giovanni Bovio
  • Università di Torino – La Tecnica del Fuoco Prescritto: ipertesto e video didattici . Davide Ascoli
  • Corpo Volontari AIB Piemonte –Le applicazioni operative del fuoco prescritto – Sergio Pirone
  • ARPA Piemonte – Previsione del pericolo di IB e rapporti con il fuoco prescritto – Renata Pelosini

Pausa pranzo (in sede)

Ore 14.30 – 19.00

Relazioni:

  • Regione Sardegna – Applicazioni di fuoco prescritto in Sardegna – Giuseppe De Logu
  • Università della Calabria – Prevenzione selvicolturale e fuoco prescritto – Francesco Iovino
  • Già Università della Basilicata – Esperienza di fuoco prescritto in Basilicata – Vittorio Leone
  • CRA – Progetto Inflaming – Piermaria Corona
  • Università di Napoli – Fuoco prescritto in ambiente mediterraneo: esperienze in Campania – Stefano Mazzoleni
  • Esperienze di applicazione del fuoco prescritto in Paesi europei (Francia, Svizzera)

Dibattito

h. 20.30 Cena

Venerdì 11 ottobre

h. 9.00 – 14.00

Sezione progetto (Aula)

Verrà illustrata una realizzazione di fuoco prescritto, descrivendone gli aspetti progettuali e operativi. Verranno presentate le indicazioni progettuali relative alla realizzazione che si prevede a seguire, affiancando una realizzazione di fuoco prescritto nuova ad una già attuata. Sarà possibile valutare gli effetti raggiunti in tempi diversi.

Successivamente si profilano due possibilità:

In condizioni meteorologiche favorevoli alla realizzazione del fuoco prescritto: sopralluogo sul campo con accensioni illustrate precedentemente. Svolgimento di varie tecniche e fasi di accensione. Confronto di risultati ottenuti rispetto applicazioni precedenti

In condizioni meteorologiche non favorevoli alla realizzazione del fuoco prescritto: sopralluogo con illustrazione di una realtà applicativa. Esame delle condizioni ecologiche in cui si è lavorato in precedenza, delle tecniche usate e dei risultati ottenuti.

La fine dei lavori è prevista verso le h. 14.00 seguirà pranzo frugale (in sede o al sacco).

PRENOTAZIONE CONVEGNO